All you need is… books

libriecuore-e1269770344905

Se sei single e odi con tutte le tue forze san Valentino. Per niente al mondo metteresti il naso fuori di casa in una serata in cui ci aspetta di vedere solo coppiette in circolazione. In numero inferiore o superiore a 2 al ristorante neanche ti fanno entrare. Non è serata, ti dicono, riprova e sarai più fortunato. L’anno prossimo, forse.

Se sei appena stato mollato e già al voltare la pagina di Febbraio del calendario hai avuto un mancamento. Lì, circondato da una scia di cuoricini tracciati in tempi migliori, troneggia il numero 14. Che non si potrebbe saltare direttamente a Marzo quest’anno?

Se “ti vedi con qualcuno” ma la cosa non è abbastanza seria da programmare uscite di san Valentino e forse non lo sarà mai. Se non ne sei consapevole o sufficientemente consenziente. Se ancora ci speri.

Se sei fidanzato, magari felicemente, e appunto che bisogno c’è di un giorno prestabilito dell’anno per dirsi quanto si è innamorati e farsi regali a forma di cuore e uscire per cena e… Ogni giorno è quello giusto.

Se sei sposato e hai alle spalle troppi san Valentino per trovarli ancora interessanti. Se l’ultima volta che avete cenato a lume di candela era saltata la luce. Se ai Baci Perugina associ solo la prova costume.

Se, se, se … qualunque sia la vostra situazione sentimentale ai peluche a forma di cuore, alle cene a lume di candela, alle rose rosse, ai cioccolatini c’è un rimedio. Ovviamente se siete qui lo sapete già: un libro. Per le vostre letture di san Valentino quest’anno vi propongo Noi due come un romanzo di Paola Calvetti.

http://libreriacasasullalbero.it/wp-content/uploads/2013/02/paola_calvetti_01.jpg

Emma fa la libraia (e questo già ci piace). La sua libreria è un posto strano, si chiama “Sogni & bisogni” e si propone di curare il mal d’amore con la letteratura. Detta così sembra una cosa stupida ma Emma la sa lunga sui libri d’amore e sulle persone e presto la sua libreria diventerà il crocevia di una folla di personaggi, uomini, donne, giovani e anziani accomunati dalla passione per i buoni libri. Il chiacchiericcio al quale la libreria fa da sfondo diventa il pretesto per catalogare letture, trame, personaggi della storia letteraria di tema amoroso. Ma non di soli libri romantici si nutre il romanzo. Sull’altra sponda dell’oceano c’è Federico, architetto, grande amore della giovinezza di Emma. Si scrivono, lettere di carta, raccontandosi di libri, amore, architettura, vita.

E’ un bellissimo romanzo. Leggero ma allo stesso tempo piacevole e talvolta profondo. Non perdetevelo, che siate uomini, donne, single, accasati… E buon san Valentino!

 

Recommended Posts
Showing 9 comments
  • Sara
    Rispondi

    Che bello questo post!! 🙂 Leggerò il libro: chissà che che non mi porti fortuna per il prossimo san Valentino!

  • lepaginestrappate
    Rispondi

    oh, bene, un romanzo d’amore ogni tanto ci vuole 🙂
    Ho tentato la via giusto due giorni fa e… guarda, devo ancora riprendermi… <.<

    • lelibrerieinvisibili
      Rispondi

      Quale via? Che hai letto di terribile? Dimmi così mi astengo!

      • lepaginestrappate
        Rispondi

        Ho letto “Io prima di te”; mi interessava per il tema della disabilità, qualcosa con cui convivo – in famiglia – fin dalla nascita (anche se non ai livelli trattati dal romanzo, dove siamo a una tetraplagia), per cui a me molto caro. Ero curiosa… Una storia d’amore che sembrava riprendere il film “Quasi amici” ma in chiave più romantica.
        Guarda, non che pretendessi chissà che da un romanzo che comunque ha un target “rosa”, però… Hai presente quando a un certo punto la trama parte per la tangente? Ecco. La prima metà carina, poi una drammatizzazione strappalacrime forzata, con cadute di stile 🙁 Peccato, mi ero affezionata ai personaggi per cui ci sono rimasta male.
        Mi sono procurata “Olivia” della Calvetti, per il Kindle. Proviamo 🙂

        • lelibrerieinvisibili
          Rispondi

          Che sollievo… Torno ora dalla libreria, avevo sentito parlare molto bene di Io prima di te e ho meditato a lungo se comprarlo. Alla fine ho deciso di no, preoccupata proprio che fosse il solito successo commerciale. Al suo posto ho preso Espiazione di Ian McEwan e credo che il cambio valga la pena, almeno così mi hanno detto!

  • Silvia Schwa
    Rispondi

    Io non amo i romanzi d’amore 😛
    Però consiglierò il titolo a mia madre, lei adora questo genere xD !

pingbacks / trackbacks

Leave a Comment